logo_afni_smallCon grande soddisfazione registriamo l’adesione al Comitato dell’ Associazione Fotografi Naturalisti Italiani (AFNI).

L’AFNI, sorta a Milano nel 1989 per iniziativa di alcuni prestigiosi fotonaturalisti italiani, si è diffusa su tutto il territorio nazionale con Sezioni operative soprattutto al centro e al nord.

Costituita per valorizzare le potenzialità della fotografia naturalistica, per una migliore conoscenza, documentazione e divulgazione delle caratteristiche degli ambienti naturali, per prima colse l’esigenza di affrontare decisamente il problema dei possibili danni, direttamente arrecati alle specie viventi dal fotonaturalista, culturalmente impreparato o reso incauto dal desiderio di successo. Ancora oggi questo è uno dei punti qualificanti dello statuto dell’Associazione che si è posta l’obiettivo di diffondere le conoscenze naturalistiche tramite nuovi modi di fare fotografia, finalizzati alla ricerca di immagini ricche di contenuto e particolarmente significative, oltre che tecnicamente corrette ed esteticamente apprezzabili.



A pochi mesi dalla sua costituzione, ci fa piacere constatare che già un nutrito numero di soggetti e

Falco peregrinus (falco pellegrino)associazioni, ma anche singoli cittadini, ha aderito alle istanze del Comitato per la tutela dei nostri magnifici monti.

E quel che è più importante, la grande maggioranza delle adesioni viene proprio dal territorio degli Ernici, a dimostrare che la protezione degli ambienti, dei paesaggi e delle ricchezze naturali di queste terre è un’esigenza sentita e diffusa sul territorio, smentendo con i fatti chi parla di progetti forzatamente calati dall’alto e subiti dalla popolazione.

Tutela, conservazione e valorizzazione: dagli Ernici, per gli Ernici !

A tutt’oggi, hanno aderito al Comitato le associazioni:


(da Ciociaria Oggi)

Si è discusso della strategia di informazione che verra’ portata avanti da Settembre per coinvolgere ed informare del progetto di tutela dei Monti Ernici le popolazioni locali ed i Comuni interessati

Guarcino – Si è tenuta nei giorni scorsi, presso la sala comunale di Guarcino (messa gentilmente a disposizione dall assessore all’Ambiente Urbano Restante) una riunione pubblica, a cura del Parco dei Simbruini e nell’ambito del Progetto LIFE–ARCTOS, per informare la cittadinanza delle azioni messe in atto dal parco dei Simbruini anche in area Monti Ernici ed appunto nel comune di Guarcino per monitorare la presenza dell’orso bruno marsicano e favorirne la permanenza.

Continue reading