side_libro_ernicoCarissime amiche e carissimi amici,

si è finalmente avviata la campagna di prevendita di “ERNICO, storia di un orso dell’Appennino” il volume al quale ci siamo dedicati da un anno a questa parte insieme a SALVIAMO L’ORSO-ONLUS, anch’essa aderente al nostro Comitato.

Al di là della bellezza e della straordinarietà del volume in se stesso (mai tante foto di orso marsicano ripreso nel suo ambiente naturale ed in libertà erano apparse in un singolo volume) i proventi che scaturiranno dalla sua vendita, una volta coperti i costi, saranno interamente reinvestiti nella realizzazione di progetti concreti di conservazione dell’orso dell’Appennino.

Superfluo sottolineare che questo volume dedicato ad ERNICO, così “battezzato” per essersi a noi rivelato proprio sui Monti Ernici nel luglio del 2012, è stato voluto anche per contribuire al progetto sostenuto dal nostro Comitato: l’istituzione di un’Area Protetta su questi territori, ancora privi di tutela ma fondamentali per il futuro di quest’orso, che è il più raro al mondo.

Il libro, appena concluso nella sua fase preparatoria, attende adesso di essere stampato e lo sarà solo se si riuscirà a venderne da subito almeno 170 copie. Questi, qui di seguito, i link dove troverete ogni utile informazione:

Acquistandone subito una o più copie , cosa che potrete fare direttamente dal sito sopra indicato, otterrete un risparmio sul prezzo di copertina e, oltre ad avere il piacere di contribuire alla realizzazione di questo progetto editoriale, darete grande slancio alle attività di conservazione del nostro amico orso e del suo ambiente naturale, che trova nei Monti Ernici uno dei comprensori più importanti.

Vi prego anche di contribuire alla diffusione dell’annuncio fra i vostri amici e conoscenti.

Grazie fin d’ora per quanto vorrete fare.

Saluti e … in bocca all’orso.

Gaetano de Persiis

———————————————

Comitato per la Protezione dei Monti Ernici


A tutte le amiche e a tutti gli amici aderenti al Comitato per la Protezione dei Monti Ernici

Proposta di legge n°207 del 28 ottobre 2014. Istituzione del Parco Naturale Regionale dei Monti Ernici.

Care Amiche, cari Amici,
certamente avrete seguito sul sito del nostro Comitato i momenti salienti relativi alle azioni intraprese in favore dell’istituzione di un’Area Protetta sui nostri amati Monti Ernici.

Tuttavia crediamo sia molto utile sottoporre alla vostra attenzione il testo della lettera inviata il 12.10.2015 agl’indirizzi di posta elettronica di tutti i consiglieri regionali sottoscrittori della ricordata P.d.L., nonché al presidente Zingaretti e all’assessore Refrigeri, a quel tempo assessore all’Ambiente,  in occasione dell’anniversario del suo deposito:

http://www.comitato-ernici.org/ai-firmatari-della-proposta-di-legge-di-istituzione-del-parco-dei-monti-ernici/

Noterete che la lettera è stata firmata dal Comitato e dai rappresentanti delle 66 Associazioni aderenti. Avrete modo di leggerla con tutto il vostro comodo e potrete quindi coglierne i passaggi salienti.Ci preme qui sottolineare, tuttavia, che nessuna risposta, a distanza di oltre sei mesi, ci è finora pervenuta da parte di nessuno dei destinatari.

Inoltre, poco dopo aver appreso della nomina del nuovo Assessore all’Ambiente della Regione Lazio, Mauro Buschini, il 24.01.2016 gli abbiamo indirizzato una cortese lettera, che parimenti potrete leggere a questo link.

Anche in questo caso, dopo più di tre mesi, nessuna risposta. Pur nella consapevolezza dei cosiddetti “tempi della politica”, non ci sentiamo di giustificare una simile carenza di senso civico e dovere istituzionale, che dovrebbero indurre costoro (giova ricordarlo: nostri rappresentanti) a fornirci una risposta circostanziata ed esauriente.

Per completezza d’informazione, dobbiamo segnalare che la consigliera Bianchi, prima firmataria della proposta di legge istitutiva del Parco degli Ernici, ha ritenuto di sostenere con forza https://www.facebook.com/danielabianchi.it/?fref=ts  (29.04.2016) la candidatura a sindaco di Sora del presidente nazionale dell’A.I.W., nota associazione filovenatoria, strenua oppositrice del Parco stesso e protagonista di ripetuti ed astiosi attacchi al nostro Comitato sui quotidiani locali e sulla stampa venatoria specializzata, cartacea ed on-line (Caccia Passione –  Caccia in Fiera – Il Cacciatore, ecc.). Non ne facciamo, naturalmente, una questione di appartenenza politica, ma l’incoerenza di questa scelta della consigliera Bianchi salta agli occhi a noi come a tutti coloro che hanno seguito e seguono la vicenda da 2 anni a questa parte.  Ci sembra quindi naturale invitare tutti Voi che voterete a Sora a tener presente la posizione contro l’istituzione di un’adeguata area protetta nei Monti Ernici del candidato di Daniela Bianchi , il Sig Bruno La Pietra.

Memori della gradita ed entusiasta vostra adesione alle istanze di protezione di questo prezioso territorio appenninico, nel sentirci depositari della vostra fiducia, ci sentiamo anche responsabili di una completa e dettagliata informazione nei confronti di tutti voi.

Nell’assicurarvi che il nostro impegno non verrà meno, siamo anche convinti che una più diretta partecipazione di voi tutti, in questa fase, potrebbe svolgere un’utilissima funzione di sprone.

Frosinone,   6  maggio 2016


Richiesta di audizione urgente in merito alle criticità ambientali del territorio dei Monti Ernici.

Egr. Assessore Buschini,

nel congratularci con Lei per il nuovo prestigioso incarico ricevuto dal Presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, intendiamo sin da subito instaurare un rapporto di dialogo con Lei e, per questo, Le inviamo questa richiesta di audizione, al fine di poterLe illustrare a voce con il supporto di inequivocabili documenti, le numerose criticità, che interessano il territorio dei Monti Ernici, in particolare quelle che hanno dirette conseguenze sulla tutela dell’ambiente e delle preziose risorse naturali in esso conservate.

Criticità che, evidentemente, non vengono adeguatamente affrontate e risolte dagli enti locali e dagli altri organi competenti in materia di prevenzione e repressione di abusi e reati ambientali.

Criticità per le quali oltre un anno fa numerosi consiglieri regionali, destinatari di questa nota per opportuna conoscenza, sottoscrissero e depositarono la Proposta di legge regionale n. 207 del 28.10.2014 intitolata “Istituzione del Parco Naturale Regionale dei Monti Ernici”, promossa e sostenuta dallo scrivente Comitato, che è composto da 66 associazioni e numerosissimi aderenti singoli.

Criticità per le quali la stessa Giunta Regionale, di cui Lei è entrato recentemente a far parte, approvò, su proposta del Suo predecessore, la Delibera n. 463 del 17.12.2013, dove, fra le priorità d’intervento in essa individuate, si legge al punto 3) lettera g): “Individuazione di una forma adeguata di protezione dell’area dei Monti Ernici”, da raggiungere, secondo la DGR stessa, entro lo scorso mese di giugno del 2015.

Criticità che compromettono l’integrità del territorio e dei valori naturalistici compresi nella Zona di Protezione Speciale “Simbruini-Ernici”, per la quale la Regione Lazio è responsabile della corretta gestione nei confronti del Ministero dell’Ambiente e, soprattutto, dell’Unione Europea. E nonostante ciò non ha ancora approvato il Piano di Gestione, redatto ormai circa 10 anni fa.

Criticità che, ugualmente, compromettono l’integrità degli habitat e delle popolazioni di specie di interesse comunitario comprese nei diversi Siti di Importanza Comunitaria inclusi nella ZPS suddetta, per i quali la Regione Lazio ha le medesime responsabilità ma non ha ancora ottemperato in merito alla definizione delle Misure di conservazione, contribuendo all’esposizione dell’Italia e del Lazio ad una Procedura d’infrazione per mancata attuazione di una direttiva europea (la Direttiva 92/43/CEE).

Criticità che compromettono, inoltre, i valori naturalistici dell’Oasi di Protezione della Fauna di Trisulti e del Bosco Demaniale “Selva d’Ecio”, oltreché di tante altre porzioni di territorio che conservano ancora rilevantissimi patrimoni naturalistici e paesaggistici, attraversati tra l’altro dal percorso del Cammino di San Benedetto, che sappiamo starLe particolarmente a cuore vista la Sua P.d.L. regionale in merito.

Criticità, infine, che in alcuni casi possono anche compromettere la qualità di risorse importanti per la collettività, come l’acqua, e che comunque arrecano danno al territorio e alle sue comunità per effetto del degrado ambientale e degli usi impropri che contrastano con la qualità della vita e lo sviluppo sostenibile, obiettivi prioritari del Presidente Zingaretti, che adesso spetta a Lei continuare a perseguire, in qualità di Assessore all’Ambiente, per passare finalmente dalle parole ai fatti.

In attesa di un Suo cortese riscontro, La ringraziamo per l’attenzione e Le auguriamo buon lavoro. Cordiali saluti.

Frosinone, 24.01.2016

 

Comitato per la protezione dei Monti Ernici

Gaetano de Persiis                Riccardo Copiz